Temi
Cerca

Metti "mi piace" e condividi la pagina di storiofiliAci su FB per essere informato sui nuovi articoli di tuo interesse.

Home
Autori - Bella Saro

Sca2018 5Saro Bella 

Santa Maria la Scala nel primo Seicento -terza Parte (sec. XVII)

Nel primo Seicento, Santa Maria la Scala anche se non stabilmente abitata era intensamente frequentata. A frequentarla erano non solo le donne, che numerose vi accorrevano per approvvigionarsi di acqua potabile e per lavare ed imbiancare, esponendole ai raggi del sole, i teli di lino da loro tessuti, ma anche coloro che vi esercitavano la pesca. (da: Solenni festeggiamenti in onore di Maria SS. della Scala 2018)

Sca2018 2   Sca2018 3   Sca2018 4  

Leggi tutto...

 
Autori - Bella Saro

Ago1wSaro Bella 

La Famiglia Pennisi di Floristella nell'Acireale dell'Ottocento

Acireale nel primo Ottocento, era una città ricca e florida. Nel Seicento gli acesi, vista la penuria di terre da coltivare, erano stati costretti a cercarle al di fuori del loro territorio. La parte Sud di questo era, infatti, sotto lo stretto dominio di famiglie e istituzioni religiose di Catania, mentre nella restante parte a Nord del centro abitato e sino al confine (dove iniziava il bosco) della contea di Mascali - imperava il bosco di Aci, dove i complicati assetti giuridici amministrativi retaggio dell’epoca baronale, rendevano difficile, onerosa e complicata la conversione agricola dei terreni. (Testo della relazione in occasione del Convegno organizzato dal FAI su “Agostino Pennisi di Floristella, imprenditore illuminato: termalismo e turismo nella visione di Agostino Pennisi di Floristella e nella realtà dell’Acireale di oggi”, Santa Tecla Palace Hotel, 7 luglio 2018)

Leggi tutto...

 
Autori - Fresta Sebastiano

MascalSebastiano Fresta 

Giarre dal 1840 al 1860 il ventennio di Giuseppe Macherione 

«Costretti da tante necessità circa l'anno del Signore 1400, come costa dall'archivio vescovile, risolsero li vescovi di allora devenir alle concessioni perpetue ad emphiteosim giacché non potevano alienare absolute, ed il loro pensiero fu non solo di avanzare l'introito della mensa vescovile colli censi perpetui e fissi, ma di più abbellire il territorio tutto sciaroso, inculto e boscareccio, reso tale dalle spesse aperture di Mongibello» (da:  Accademia di Scienze Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici Acireale, Memorie e Rendiconti, Serie IV- Vol. X, Acireale 2000).

Leggi tutto...

 
Autori - Voce dell'Jonio

vdj

Vdj9

 

 

 

 

Leggi tutto...

 
Autori - Contarino Giuseppe

PupmacriGiuseppe Contarino   

Emanuele Macrì, Puparo

Nell'epoca dell'alta tecnologia, degli spettacoli multimediali e degli Erosfestival, può sembrare paradossale, se non provocatorio, ricordare un puparo e la sua arte. Nei cuori della gente, avvelenati da emozioni sempre più forti, da scene di violenza a tutto tondo, da performances sessuali senza veli e fin troppo insistite, lo spazio per spettacoli che fanno leva sull'innocenza, sul candore, sull'immaginario si è alquanto ristretto. (da: Memorie e Rendiconti dell'Accademia di Scienze, Lettere degli Zelanti e dei Dafnici, Serie IV, vol IV, 1994)

Leggi tutto...

 
Autori - Nicolosi Casimiro

AgoPenCasimiro Nicolosi  

L'itinerario poetico di Agostino Pennisi

Di Agostino Pennisi bisognerebbe ricordare i molteplici aspetti della personalità: dall'uomo politico al benefattore e al filantropo, dal mecenate all'artista, dall'animatore culturale al letterato: e sarebbero capitoli di una vicenda umana tutti straordinariamente ricchi di opere e di frutti, sui quali tanta e tanta materia si offrirebbe al narratore. Se mi si consente, però, lasceremo da parte la rievocazione delle notizie biografiche esterne, note ai più tra noi (o perlomeno ai meno giovani), e cercheremo di scoprire, in Agostino Pennisi, un'altra vicenda biografica, quella interiore ... (da: Accademia di Scienze Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici Acireale, Memorie e Rendiconti, serie III, vol X, 1990)  

Leggi tutto...

 
Autori - Raciti Romeo Vincenzo

liceo

Vincenzo Raciti Romeo 

La istruzione pubblica nella città di Aci -secondo i documenti degli archivi-    

Il secolo XVI epoca di rinascimento per le lettere e per le arti in Italia, non lo fu in Sicilia, che chiusa nelle proprie spon­de non partecipava a quel risveglio luminoso. Lettere, scienze e civiltà erano in ritardo presso di noi; solo regnava la ignoranza divenuta ordinaria anche nei pubblici ufficiali municipali, tra i qnali si contavano a dito coloro che sapevano leggere e scrivere. (da: Memorie della R. Accademia di Scienze, Lettere ed Arti degli Zelanti Acireale, serie IV -Vol II -1927-1929 Memorie della Classe di Lettere)   

Leggi tutto...

 
Autori - Finocchiaro Vito

alfiwVito Finocchiaro    

Alfio Fichera ed il suo tempo       

Molto probabilmente - penso in premessa - deluderò quanti sono convinti di leggere una commemorazione. Me ne spiace sinceramente ma io, per quanto di solito sappia cavarmela nelle celebrazioni, questa volta non intendo assolutamente adempiere una funzione del genere. Gli è che si commemorano i morti ed Alfio Fichera, invece, a poco meno di quarant'anni dal trapasso nel mondo dei più, è straordinariamente vivo tra di noi, al di là d'ogni frase ad effetto più o meno risaputa. (da: Memorie e Rendiconti dell'Accademia di Scienze, Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici, Serie III, Vol X, 1990).

Leggi tutto...

 
Tot. visite contenuti : 563180

Questo sito utilizza i cookie per fornire migliori servizi ed esperienze agli utenti. Se decidi di continuare la navigazione ne accetti il loro uso.

Maggiori Informazioni

 

Link Storiofiliaci

Aciww1p

fotoCatefotoSant

 

DipCaDipSd

 

CappSvStarter

  

breg