Temi
Cerca

Metti "mi piace" e condividi la pagina di storiofiliAci su FB per essere informato sui nuovi articoli di tuo interesse.

Home
Autori - Gravagno Maria Concetta

GrossogravMaria Concetta Gravagno

Brevi note sul rapporto epistolare che legò Giuseppe Grosso Cacopardo a Lionardo Vigo   

L'epistolario di Lionardo Vigo-storico, poeta, eclettico uomo di cultura acese (1799-1879) - conservato nella Biblioteca Zelantea di Acireale, è una pregevole raccolta di circa 7000 lettere degli esponenti più in vista della cultura siciliana dell'ottocento. Le lettere che Giuseppe Grosso Cacopardo scrive al Vigo sono 81 inviate nel periodo che va dal 1824 al 1858 e illustrano nel corso degli anni vari aspetti della vita familiare e dell'attività culturale del Grosso Cacopardo.  

Leggi tutto...

 
Notizie - Ultime Notizie

 
Autori - Donato Matteo

Zel2003Matteo Donato 

Presidenti e segretari generali dell'Accademia di Scienze Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici dalle origini al 2004   

Scrivo questa breve nota illustrativa nella qualita di segretario generale dell"Accademia. I dati che qui di seguito si presentano sono frutto di una personale ricerca su documenti che attlualmente si trovano nel nostro Archivio accademico.

 

Leggi tutto...

 
Autori - Grippaldi Fabio

GrippsebFabio Grippaldi 

San Sebastiano culto e iconografia   

San Sebastiano, così come tutti i primi martiri della Chiesa ha rappresentato il fulcro della nascente cristianità, elemento significativo per la coesione della fede. E' l'uomo del quotidiano, lavoratore e laico, di indubbia efficacia carismatica; sfruttando il suo lavoro, riusciva con facilità a propagandare la sua fede anche tra la nobiltà romana e gli uomini di potere, ma soprattutto a confortare i cristiani carcerati e condannati a morte e a dare loro degna sepoltura. 

Leggi tutto...

 
Immagini - Immagini Album

Le Immagini della devozione 3

devo41devo42devo43devo44

Leggi tutto...

 
Autori - Bella Saro

Prospe1Saro Bella

Quando la pietra si fa merletto: la facciata della Basilica San Sebastiano di Acireale (Agorà nn.29-30)

Il dopo terremoto trovò quindi Acireale pronta ad accettare, pur senza sostanziali modifiche all’assetto urbano preesistente, un’architettura funzionale a mostrare la conquistata opulenza. «l’unnici di innaru a vintin’ura a Jaci senza sonu s’abballava cui sutta li petri e cui sutta li mura e cui misiricordia chiamava».

L’orribilissimo terremoto spazzò la città come una gelida folata fracassandola tutta. Perirono in 739, mentre quasi tutti gli edifici pubblici e privati risultarono danneggiati. Le strade divennero un ammasso di macerie da dove s’udivano solo urli pianti voci e lamenti. Tra le altre, «rovinò la Chiesa di S. Sebastiano buttando al suolo il Coro ... con la sagrestia ed oratorio unito del Beato Gaetano». 

Leggi tutto...

 
Immagini - Immagini Album

icono001icono002icono003 

Leggi tutto...

 
Immagini - Immagini Album

Le Immagini della devozione 2

devo21devo22devo23devo24

Leggi tutto...

 
Tot. visite contenuti : 574052

Questo sito utilizza i cookie per fornire migliori servizi ed esperienze agli utenti. Se decidi di continuare la navigazione ne accetti il loro uso.

Maggiori Informazioni

 

Link Storiofiliaci

Aciww1p

fotoCatefotoSant

 

DipCaDipSd

 

CappSvStarter

  

breg